Bolle speculative e storia

Le bolle speculative sono fenomeni che, dalla nascita della borsa fino ad oggi, cioè dal XVII secolo in poi, sono accaduti con una certa periodicità.
È successo infatti molto spesso che l'euforia e il desiderio di guadagno immediato abbiano determinato il comportamento delle persone in maniera tale che la bolla, cioè l'aumentare sproporzionato della domanda di un bene che ne allontana sempre più il valore finanziario dal valore reale, si ingrandisse sempre di più.
Ma destino certo di ogni bolla è quello di scoppiare, ed infatti sono numerosi i casi nella storia dove l'esplosione della bolla abbia causato perdite di denaro ingenti e diffuse in un ampio territorio.
Lo scoppio delle bolle può generalmente essere attribuito al comportamento delle persone, che ad un certo momento decidono di ritirare i propri capitali e di bloccare gli investimenti, o per ritirare il proprio guadagno o per il venir meno della fiducia nel costante profitto generato dall'andamento borsistico del prodotto.
Le bolle possono riguardare sia beni materiali, come appena spiegato, sia titoli e azioni finanziarie, anch'esse soggette ad una crescita enorme di valore.
Nel paragrafo tratteremo esaurientemente qualche tipologia di bolle accorse nella storia.