Conto corrente

Il conto corrente è principalmente un sistema finanziario che consente l'impiego e il trasferimento di
denaro elettronico.
Grazie a questo sistema singoli clienti, aziende, servizi commerciali e le stesse banche possono ricevere o effettuare pagamenti senza utilizzare denaro in forma cartacea.
I due principali tipi di conto corrente sono quello semplice e quello a corrispondenza: essi permettono all'individuo intestatario di compiere operazioni diverse.
Nel primo caso infatti l'individuo può ritirare somme di denaro soltanto ad un termine prefissato, mentre nel secondo caso lo stesso può compiere operazioni di prelevamento riguardanti il proprio denaro quando più egli preferisce.
La struttura, il funzionamento e la regolamentazione del conto corrente è inserita, in Italia, nel Codice Civile.
Esso è composto e distinguibile da un numero univoco che funge da indirizzo bancario.
Questo prende il nome di BBAN (una sequenza di 23 cifre con numeri e lettere).
Questo codice è composto da CIN (numero di controllo), ABI (sistema di identificazione della banca), CAB (sistema di identificazione della filiale) e dal vero e proprio C/C.
Per quanto riguarda invece operazioni a livello internazionale, il codice di riferimento è l'IBAN, al quale vengono aggiunte altre quattro cifre(arrivando così a 27) per identificare anche la nazione contraente.
Il conto corrente offre vantaggi sempre più numerosi, fra i quali l'utilizzo di assegni e del servizio Bancomat, l'accesso ai circuiti di pagamento internazionali e l'estratto conto.
Quest'ultimo ci presenta periodicamente la momentanea situazione del nostro conto, con il bilancio in evidenza e la registrazione di ogni entrata e di ogni pagamento effettuato.
Normalmente un conto corrente richiede delle spese di mantenimento e per le operazioni di routine da effettuare. Allo stesso tempo però, esso contraccambia attraverso un tasso d'interesse (il più delle volte non di grande entità) che fa maturare il denaro presente.
Il tasso d'interesse reale è rappresentato dal rapporto dunque fra il tasso d'interesse dichiarato e tutte le micro-operazioni di spesa richieste..